Passione Birra – Nicola Coppe: l’astronomo del microuniverso

Fonte: Il giornale della birra

  In passato, durante il suo studio sulla fermentazione della birra, Pasteur era guidato da un impulso patriottico, sognava un successo di laboratorio per dare alla birra francese una reputazione superiore a quella tedesca. La birra non poteva invecchiare, non doveva inacidirsi, muffe e batteri la infettavano molto più facilmente del vino. L’azione del calore, l’operazione di “pastorizzazione”, era il miglior mezzo di preservazione. Attraversiamo le Alpi e facciamo un salto in Trentino dove lavora un giovane italiano detto “Il Coppe”. Non so se anche lui sia guidato da un’impulso patriottico, ma pensa che quei temutissimi funghi e batteri non vengano sempre e solo per nuocere, la birra si può invecchiare, se diventa volutamente acida non è un difetto e pastorizzarla è un reato. Il risultato che si cerca di ottenere è una birra “Sour”, E’ convinto che i birrai del Belgio siano bravissimi in questa tecnica produttiva, ma anche…

Leggi: Passione Birra – Nicola Coppe: l’astronomo del microuniverso