Km8: il birrificio rock!

Fonte: Il giornale della birra

  Ritorniamo,a distanza di qualche mese in Val di Non, per l’esattezza a Terres, dove troviamo i ragazzi del Birrificio Km8, giovane realtà artigianale trentina prossima al festeggiamento del primo anno di vita e da noi ribattezzata “birrificio rock”, per via dei numerosi richiami musicali che lo caratterizzano: dalle birre, che prendono il nome da famosi brani quali “Heart of Glass” dei Blondie, “Paranoid” dei Black Sabbath o “In Bloom” dei Nirvana, alle attrezzature di produzione – impossibile non citare i 4 fermentatori etichettati con i nomi dei “Baronetti di Liverpool”. La parola, quindi, aMichele Martini, il giovane titolare del birrificio, e Carlo, suo papà nonché“pioniere birrario” di casa.   . .     Ci sono padri e figli che giocanoinsieme a pallone, altri chevanno a pesca; poi ci sono quelli che si chiudono nel box o in cantina in mezzo a fornelli e pentoloni… Effettivamente è accaduto proprio così…

Leggi: Km8: il birrificio rock!